Pubblicità su Amazon: come e perché


Il 54% delle ricerche inerenti l’acquisto di prodotti cominciano su Amazon1. Il più famoso tra i marketplace è in continua espansione, complice l’ambizione di “cambiare il mondo” del fondatore Jeff Bezos, che lo porta a puntare ad aumentare le quote di mercato piuttosto che gli utili2.

Per questo su Amazon sono in aumento sia le categorie sia il numero di prodotti. Parafrasando il celebre motto dei grandi magazzini Harrod’s, oggi potremmo dire che “se non lo trovi su Amazon, forse non esiste”. La sensazione di avere a disposizione un catalogo universale dei beni di consumo spinge gli utenti a preferire Amazon come luogo di informazione, comparazione e acquisto, anche in virtù delle garanzie offerte e dei tempi di consegna ridotti.

Non solo recensioni

Per un’azienda, investire su Amazon significa puntare su un mercato popolato da un ampio numero di persone propense all’acquisto e che ripongono fiducia nel brand. Per spiccare tra i 562 milioni di beni disponibili nel marketplace3, i venditori possono prendere varie iniziative.

Curare la SEO delle schede prodotto rispettando le linee giuda stilistiche4 è un ottimo modo per iniziare, ma occorre avere bene presente che le descrizioni del prodotto, le caratteristiche, i titoli e altre informazioni visualizzate su una pagina prodotto possono essere fornite da più venditori.

Un altro modo per incentivare le vendite è quello di invitare gli utenti a lasciare le recensioni, il che però riporta al problema iniziale. Utilizzare sconti e offerte, unitamente a iniziative di marketing extra-Amazon, è una pratica ancora diffusa, rischia di trasformarsi in una deleteria corsa al ribasso mantenuta viva dalla new entry di turno.

Anche per questo, l’azienda di Jeff Bezos sta offrendo sempre più possibilità di investimento in Advertising alle aziende.

Perché fare pubblicità su Amazon

Gli sforzi per incentivare le recensioni possono essere meglio indirizzati ottenendo conversioni iniziali grazie ad Amazon Advertising. Le vendite andranno ad influire anche sulla visibilità del prodotto, generando traffico e conversioni che contribuiscono al posizionamento organico, consentendo di diminuire nel tempo gli investimenti pubblicitari.

Questo è un ciclo virtuoso ideale, che sarà influenzato anche dalla natura del bene e dalla presenza di competitor. Il costo per clic (CPC), tuttavia, tende ad essere più basso di quello di una campagna su Google.

Il motivo è che gli utenti di Amazon sono in genere molto più avanti nel percorso di acquisto o a comprimerlo passando dall’informazione alla decisione rimanendo all’interno del marketplace. Inoltre, le ricerche dei clienti tendono ad essere molto più specifiche e focalizzate sul prodotto, anche perché Amazon stesso invita a filtrare, comparare e approfondire attraverso varie opzioni presenti di default.

Ma come si può fare pubblicità su Amazon?

3+1 modi per fare pubblicità su Amazon

Prima di tutto, un aggiornamento per chi in passato avesse approfondito o sperimentato le diverse opzioni pubblicitarie.

Amazon Marketing Services si chiama ora Advertising Console. Il portfolio di servizi è diviso in due sezioni: una è Amazon Marketing Service, dedicata ai Seller, che comprende Sponsored Products, Sponsored Brands (ex Headline Search Ads) e Product Display; l’altra è DSP, riservata ai Vendor, ossia a coloro che vendono i propri prodotti direttamente ad Amazon.

Sponsored Products

I prodotti sponsorizzati appaiono tra i risultati di ricerca. È possibile selezionare i termini per i quali far apparire l’annuncio in base a parole chiave con diversi tipi di corrispondenza: generica, a frase, esatta e negativa. Ad esempio, si può scegliere la corrispondenza esatta per [spazzolino], escludendo “elettrico” per apparire solo nelle ricerche più pertinenti al prodotto.

Amazon ha implementato ulteriori opzioni di targeting sulla sua piattaforma Seller Central, come ad esempio: prodotto, interesse e targeting.

Importante: l’annuncio non funzionerà se non sei tu ad avere la Buy Box per il prodotto abbinato. Vale a dire che l’algorirmo di Amazon deve aver scelto la tua azienda come fornitore privilegiato del prodotto stesso, e che chi clicca il pulsante “Aggiungi al carrello” acquisti quel bene da te e non dai tuoi competitor.

Sponsored brands

È la nuova denominazione per gli Headline Search Brands. ll programma è disponibile per i venditori che su Seller Central che hanno registrato il proprio marchio e per i Vendor.

Gli annunci che sponsorizzano i marchi permettono di mettere in evidenza tre prodotti in un singolo annuncio che appare sotto forma di banner pubblicitario nella parte superiore o inferiore della pagina dei risultati di ricerca e sulle colonne laterali.

Anche qui è possibile scegliere quando il banner appare in base alle parole chiave, ma c’è una differenza importante: in questo caso è possibile gestire la creatività dell’annuncio, inserendo un titolo e selezionando tre prodotti da visualizzare. Anche il link di destinazione può variare, scegliendo tra una pagina personalizzata con diversi prodotti oppure la pagina o lo store (vedi sotto) del brand marchio o dello store che può essere creata su Amazon per rappresentare il tuo marchio o negozio.

Questo tipo di campagne possono essere un valido alleato per convogliare traffico dai prodotti simili, o semplicemente per rafforzare la propria presenza sulle ricerche legate al brand.

Product Display Ads

Il vantaggio principale degli annunci display è che è possibile commercializzare il prodotto direttamente sulla pagina dei dettagli di un prodotto del concorrente. L’annuncio verrà visualizzato sotto la casella di acquisto.

Un altro uso efficace è quello di piazzarli sulle schede dei propri prodotti, tentando di effettuare vendite incrociate ai propri clienti Amazon. In questo modo si possono pubblicizzare dei prodotti secondari sfruttando i clic ottenuti dal prodotto principale, mantenendo i clienti sui “propri” spazi di vendita in Amazon. Un esempio di prodotti che sfrutta facilmente questo tipo di adv sono i libri.

Amazon DSP

È un servizio pubblicitario che Amazon offre esclusivamente ai Vendor. Amazon DSP è una piattaforma pubblicitaria display programmatica, che utilizza la tecnologia per acquistare e gestire nel modo più efficiente il mix di pubblicità display e video per un brand.

Gli annunci possono dunque essere: display desktop, banner mobile, interstiziali mobile, immagini e testo, video.

Sono particolarmente efficaci per il retargeting, ma anche per raggiungere particolari segmenti di pubblico. Come bene esemplificato da Giovanni Cappellotto (v.sotto) a seconda delle impostazioni, le campagne DSP possono inserirsi in tutto il funnel di vendita, dalla consapevolezza all’acquisto.

Link

 

  1. Jumpshot Q2 Data Report
  2. Businesinsider
  3. Scrapehero
  4. Seller Central Amazon