Il 2011 di Internet in numeri

on .

Fatti e statistiche di quanto accaduto durante l'ultimo anno in rete: non mancano numeri di utenti complessivi, email, servizi, social networking, streaming. Accorpando le informazioni disponibili da varie fonti, il sito Royal Pingdom ha stilato una discreta compilation di numeri e statistiche su quanto è successo, è stato scambiato e condiviso sulla rete telematica mondiale durante tutto l'anno 2011.

Molti i numeri capaci di impressionare nella lista stilata da Royal Pingdom: nel 2011 Internet ha raggiunto la ragguardevole cifra di 2,1 miliardi di netizen (fonte Internet World Stats) su quasi sette miliardi di esseri umani presenti sul Pianeta, suddivisi in 922 milioni di asiatici, quasi 500 milioni di europei, 271 milioni di nordamericani, 215 milioni di sudamericani, 118 milioni di africani e via elencando.

Ragguardevole anche il numero di messaggi di posta elettronica scambiati in rete nell'anno appena conclusosi: a dispetto dei cyber-soloni che periodicamente celebrano la "morte" dell'email, nel 2011 di messaggi ne sono circolati oltre 3 miliardi (fonte Radicati Group) - spam e offerte virilizzanti inclusi, ovviamente (più 71% rispetto al 2010).

Come va la gioiosa macchina da guerra del social networking? La domanda non potrebbe essere più retorica, ricorda Royal Pingdom: a dicembre 2011 Facebook aveva "conquistato" 800 milioni di "amici", 200 milioni in più rispetto all'anno precedente. Vele gonfie anche per Twitter con 225 milioni di account totali - 100 milioni dei quali attivi - e 250 milioni di tweet pubblicati ogni giorno.

La Internet del 2011 è andata forte anche per quel che concerne il multimediale, naturalmente: il solo YouTube ha totalizzato l'incredibile cifra di 1 milione di miliardi di video visualizzati. È il futuro? È orientale: la penetrazione di Internet in Cina ha raggiunto il 36% (513 milioni di netizen), e nei prossimi anni non può che crescere.

Tratto da un articolo di Alfonso Maruccia per Punto Informatico